L’ Aspirante Guida Alpina

 

Anticamente era chiamato “portatore” in quanto non aveva altro ruolo che portare, letteralmente e sulle proprie spalle, il bagaglio o l’attrezzatura del cliente della Guida alpina.

Oggi le cose sono cambiate, l’Aspirante Guida alpina rimane un tirocinante, un apprendista della professione, ma gode di notevole autonomia organizzativa e gestionale.

Gli attuali percorsi formativi consentono all’Aspirante Guida di apprendere le nozioni e le tecniche fondamentali per garantire alla propria utenza la massima sicurezza.

Dopo una fase di apprendistato obbligatorio della durata di due anni, l’Aspirante Guida può accedere ai corsi di formazione per Guida alpina – Maestro di alpinismo.